Montagna di Montjuïc

Il suo nome deriva dall'antico cimitero ebraico stabilito nella montagna di Barcellona , letteralmente significa Montagna degli ebrei.,

Fin dai tempi antichi è occupata una posizione strategica , data la sua posizione privilegiata , da lì si può vedere chiaramente la vista della città e del mare all'orizzonte .

In occasione della Fiera Internazionale attesa nel 1929 , l'urbanizzazione di alcune aree della montagna è stata completata . A poco a poco , sono state create nuove zone per il tempo libero , la cultura , e degli impianti sportivi.

In precedenza c'è stato un popolare parco di attrazioni e divertimento, oggi un parco pubblico chiamato Jardins Joan Brossa .

Troverete diversi giardini pubblici ed aree verdi in Montjuïc , il Giardino Botanico inoltre , que ha delle specie autoctone ed essotiche di spettacolare bellezza .

Nel menu sotto dettagliamo tutte le aree di interesse sulla montagna Montjuïc , in modo da poter godere nel miglior modo possibile e non perdere un solo angolo .

Si spiega anche in queste sezioni come è possibile arrivare ai luoghi d'interesse, e il sistema di trasporto che si può prendere . Addirittura, troverai anche delle informazioni dettagliate sugli orari e prezzi dei monumenti principali sulla montagna di Montjuïc ... buon divertimento!


  • Anello Olimpico Montjuïc
  • Monumenti di Montjuïc
  • Belvedere e Giardino Botánico
  • Castello di Montjuïc
Montjuïc è la sede di una vasta gamma di impianti sportivi che sono stati installati ai piedi della montagna , in occasione dei Giochi Olimpici del 1992 .

Quest'area si chiama Anello Olimpico, si trova situata dietro il Museu Nazionale d'Art di Catalunya , sulla Avinguda de L' Estadi . Ci sono scale mobili per salire sù, ma le distanze sono piuttosto lunghe .

Si consiglia di utilizzare i mezzi pubblici per esplorare questa zona , nella sezione Come visitare Montjuïc ci dettagliamo i mezzi di trasporto di venire qui .

Stadio Olimpico Lluís Companys 


Quest'è lo stadio più importanti di questa zona, dentro si trova pure il Museo della Fondazione Olimpica di Barcellona .

Lo stadio è stato costruito nel 1929 , durante la seconda Esposizione Universale di Barcellona .

L'edificio è stato ristrutturato dieci anni più tardi , per ospitare I cosidetti Giocchi Alternativi nel 1936 .

Dovrebbe essere l'alternativa ai Giochi Olimpici di Berlino , promossi dal regime di Hitler . Questi giochi non si realizzarono infine , perché la Guerra Civile Spagnola è cominciata proprio nel 1936 .

Dopo questo episodio lo stadio è stato ricostruito di nuovo nel 1992 per ospitare i Giochi Olimpici della città .

Questo è stato il luogo che ha ospitato l'Apertura e Chiusura delle Olimpiadi , e la sede delle gare di Atletica . 

Per quanto riguarda alle decorazioni esterne, nell'ingresso principale ci sono due figure equestri in bronzo ,in'allusione alla maratona., decorate con sculture di Pau Gargallo .

Ha una capacità di 55.000 spettatori, ed è stato fino al 2009 lo stadio della squadra di calcio RCD Espanyol de Barcelona .

Palau Sant Jordi


Indubbiamente notevole intorno a tutto il resto del complesso sportivo , si erge sopra il resto il Palau Sant Jordi, per la sua originalità e unicità.

E 'stato progettato dall'architetto giapponese Arata Isozaki , e concepito come allegoria di un guscio di tartaruga mediterranea, mostrando il suo enorme corpo. 

Ha una capacità sufficiente per ospitare 24.000 spettatori accomodati , spesso offrono dei concerti dai migliori star e cantanti internazionali .

Se volete maggiori dettagli sulla sua costruzione e storia, vedi la nostra sezione Il Palau Sant Jordi .

Torre di Comunicazioni di Catatrava


Molto vicino al Palau Sant Jordi , vedrete la torre di comunicazioni costruita da Santiago Calatrava .

È uno dei gioielli dell'architettura contemporanea della città .

Ha una altezza totale di 120 metri e la stessa inclinazione rispetto all'asse della terra .

E 'stato costruito nello stesso momento che la Torre di Comunicazioni realizzata sull'altra montagna di Collserola, fatta da Norman Foster .

Entrambi sono state proiettate in occasione dei Giochi Olimpici ,e rendono il sistema di comunicazione della città di Barcellona e della sua area metropolitana .

Piscine Picornell

Anche notevoli in questa zona sono le Piscine Olimpiche Picornell , progettate dall'architetto catalano Antoni de Moragues .

E 'stata la sede delle competizioni olimpiche durante i Giochi Olimpici di Barcellona .

In queste piscine si svolge una delle più divertenti attività estive , il ciclo denominato "Cinema bany " Cioè , cinema e bagno, si fa la riproduzione di film di notte, durante la quale si può anche prendere un bagno.

Infine , vicino alla piscina troverai L'Istituto di Allenamento per gli sportivi che vogliono diventare professionisti. 

-------------------------------------------------- -----------------------

Come arrivare all'Anello Olimpico


Metro: L1 e L3 , fermata Plaça Espanya .
Dalla fermata si può prendere la scala mobile per andare fino alla zona olimpica .
Autobus: 50 55 61 25 193 125

Altro trasporto:
Barcellona Bus Turistico : Percorso Blu
Possiamo prendere in Plaça de Catalunya e Plaça de Espanya .

Fermata:
Anello Olimpico
Funicolare de Montjuïc :
Dalla fermata della metropolitana Liceu ( L2 e L3 Metro )

Fermate :
Palau Sant Jordi
Stadio Olimpico
Università degli Studi di Sport
Sempre seguendo la strada Avinguda Maria Cristina da Plaça d'Espanya , troverai una scala mobile che sale sulla zona dei Musei di Montjuïc .

Un  po' prima di arrivare , vedrai la Fontana Magica, uno dei più spettacolari show della città, totalmente gratuito. Se volete saperne di più e conoscere altri spettacoli o luoghi da visitare vedi lanostra sezione Gratis a Barcellona.

La Fontana Magica


Si tratta di una delle ultime opere che sono state costruitte in occasione della Esposizione Universale del 1929 .

L'engignere Carles Buigas ha ideato nuovi sistemi di erogatori e dei getti d'acqua , rendendola una delle fonti più innovative del momento .

I fine di settimana di sera, i getti d'acqua ballano al ritmo della luce e della musica ,  diventa uno spettacolo impressionante di acqua , luce e colore .

Vi consigliamo di andare a vederlo se si ha la possibilità , ci sono diverse sessioni ed è gratuita .

Orari Fontana Magica:

Da ottobre a maggio : venerdì e sabato alle 19h , 19:30 h , 20h alle 20:30
Da maggio a ottobre : Giovedi, Venerdì , Sabato e Domenica alle 21:30 h , 22h , 22h30 , 23h e le 23:30

Museo de CaixaForum


È possibile accedere a questo centro culturale CaixaForum attraverso le scale mobili dell' Avinguda Maria Cristina , dalla Plaça Espanya .

Uno dei più interessanti musei della città ,  organizza grandi mostre , soprattutto di arte moderna e contemporánea , ma anche da altri periodi della storia dell'arte .

Inoltre , ha una posizione privilegiata : una vecchia fabbrica modernista nota come Fàbrica Casaramona , che è stata ammirabilmente restaurata.

L'opera originale dell'edificio è stata realizzata dal architetto d'Arte Floreale Josep Puig i Cadafalch, uno dei più grandi architetti del modernismo catalano insieme a Antoni Gaudí.

Mies Van der Rohe


Proprio di fronte al CaixaForum si trova il Padiglione chiamato Mies Van der Rohe .

Questo edificio era il padiglione tedesco adell' Esposizione Internazionale di Barcellona nel 1929, ed è stato progettato dall'architetto Mies Van der Rohe .

E ' impressionante vedere come questo primitiva opera d'arte utilizza le risorse espressive e materiali che saranno posteriormente così comuni nell'architettura contemporanea .

Mies Van der Rohe è statto il massimo rappresentante della corrrente artística Razionalista in Europa, e uno dei membri dell'Accademia Bauhauss, diffensori delle Arte Decorative.

Il Poble Espanyol


Molto vicino troverete il Poble Espanyol ( Villaggio Spagnolo ) . E 'stato costruito anche per la mostra , seguendo l'impulso dell'architetto modernista Josep Puig I Cadafalch.

E ' un luogo che riproduce le vie, piazze e monumenti più importanti della Spagna , come le mura delle Torres de Ávila o un tipico patio andaluso.

Rappresenta fino a 17 comunità autonome spagnole attraverso i loro edifici.

E quindi diventa una visita molto istruttiva , fa sapere della storia e l'arte spagnole attraverso tante repliche di edifici e monumenti.

Un altro punto interessante è che il Poble Espanyol è un esempio costante di artigianato popolare , ci sono sempre dei piccoli negozi dedicati a diverse attività manuali .

Inoltre , all'interno ci sono molti ristoranti, bar e luoghi di intrattenimento . Molto notevole è il Tablao del Carmen, dedicato agli spettacoli di ballo Flamenco. Se volete assitere a uno Spettacolo Flamenco visitate la nostra sezione dedicata a loro, è assolutamente da non perdere. 

Museu Nacional d'Art de Catalunya


L'accesso al Museu Nacional d'Art de Catalunya si raggiunge dalla Plaça d'Espanya , attraverso le scale mobili Avinguda Maria Cristina .

Situato nel Palau Nacional , è la patria indiscussa dell'arte catalana , perché contiene opere d'arte di tutti i tipi (oltre fotografie, dipinti, sculture...) dal secolo XI al secolo scorso .

Particolarmente notevoli sono le sale dedicate a Arte Romanica e Gotica , con dipinti , sculture, oggetti religiosi e argenteria . Ha anche una collezione unica al mondo di pittura murale Romanica , in termini di quantità e qualità la megliore al mondo.

Ti spieghamo di più nella sezione dedicata al Museo Nazionale d'Arte.

Palauet Albéniz


Se volete vedere questo palazzo dovete prendere la piccola strada dietro al Museu Nacional d'Art de Catalunya. Vedrete inoltre i giardini poeta Joan Maragall , dove ci sono sculture di Frederic Mares e Ernest Maragall , tra gli altri.

Ma troverete anche il Palauet Albéniz ( palazzo) costruito da Juan Moya . Si tratta ancora una volta più di uno degli edifici che ha sopravissuto dalla Mostra Internazionale del 1929 .

Da non perdere l'interno del palazzo se avete l'opportunità di avvicinarvi , si vedono dei dipinti di Salvador Dalí risalenti al 1970.

Seguendo lo stesso percorso, si vedrà una cappella dedicata alla Santa Madrona risalente al tardo Settecento .Delle scale mobili portano al Monumento a Frederic Mistral , l'opera modernista di Josep Puig e Eusebi Arnau .

Museo Archeologico


Se si continua giù nella piazza chiamata Plaça de les Vidues , trovarete il Museo Archeologico .

E ' la sede della Ricerca Archeologica della città, ed è stato creato per preservare e diffondere i resti archeologici della Catalogna .

Il Museo inoltre ha diverse sedi e siti sparsi in tutta la Catalogna , dove si possono vedere le tracce di altri tempi come gli impianti iberi o i bellissimi resti greco - romane di Empurias ( contea di Alt Empordà ).

Museo Fundació Miró


Un po 'più lontano si trova la Fundació Miró . Vi spieghiamo come arrivare e le possibili combinazioni di trasporto pubblico nella nostra sezione dedicata al museo .

E ' il museo che ospita le opere dell'artista catalano , ed è anche dedicato allo studio delle nuove tendenze dell'arte contemporanea .

Esso contiene oltre 14.000 pezzi tra dipinti, sculture, arazzi , ceramiche, disegni e schizzi . Assolutamente da non perdere se vi piace l'artista. 

Il Teatre Grec


Seguendo la strada giù per la montagna trovarei il cosìdetto Teatre Grec o Teatro Greco.

Nonostante il suo nome, Teatro Greco , non è un antico teatro , è stato invece creato per la mostra dal 1929 , e realizzato dall'architetto Ramon Reventós .

D'estate ha luogo Il Festival Grec di Barcellona , il teatro e altri spazi della città organizzano degli spettacoli di danza, teatro, concerti di musica , etc. Vale assolutamente la pena una visita se siete d'estate in città. 

-------------------------------------------------- ----------------------------------------------

Come arrivare ai Musei e Monumenti

Per raggiungere i musei principali , questi sono le migliore combinazioni di trasporto :

Metro: L1 e L3 , fermata Plaça Espanya .
Dalla fermata si può prendere la scala mobile per andare fino alla zona del Museu Nacional d'Art de Catalunya.
Autobus : 50 55 61 125 193  fin la Piazza di Spagna. 

Altro trasporto:
Barcellona Bus Turistico : Percorso blu .
Possiamo prendere in Plaça de Catalunya e Plaça de Espanya .

Centri D'Arte Montjuïc :
CaixaForum - Mies van der Rohe
Poble Espanyol
MNAC- Museo Nazionale

Vi spiegamo come raggiungere il museo dedicato a Miró nella nostra sezione : Fundació Miró .

Giardino Botanico


Il Giardino Botanico di Barcellona ha molte specie mediterranee locali , ma anche tanti altri piante autoctone e fiori provenienti da tutto il mondo .

La sua funzione è la conservazione e documentazione del patrimonio originario della Catalogna .

La vegetazione nel giardino è suddiviso in base alla provenienza geografica , e in alcuni casi ricrea artificialmente l'area da cui si proviene.

Belvedere del Montjuïc


Montjuïc ha una posizione molto privilegiata dalla quale è possibile ottenere la migliore vista sulla città e sul mare .

Grazie alla sua posizione e l'altitudine è davvero una parte di Barcellona d'innegabile bellezza . Attraverso i loromiratori si può fottografare Barcellona da nuovi punti di vista .

In aggiunta , Montjuïc è uno dei più grandi spazi verdi in città , in modo da poter godere della natura attraverso le montagne .

Qui ci dettaglio i migliori miratori della montagna:

Belvedere del Miramar


Si tratta di un vasto spiazzo situato sul porto , in modo che diventa un bel miratore del mare e della città .

Per quanto riguarda la vista spettacolare vale davvero la pena di salire lassù , ma ci sono anche altri motivi: due sculture chiamate La Fertilità , da Josep Clara e la Pomona , da Pau Gargallo .

Belvedere dal Sindaco

E ' anche un belvedere verso il mare , da cui si avrà una visione diversa del porto di Barcellona .

Notate le decorazioni ceramiche su tutto il piano terra , così come i pezzi di bottiglie di vetro . E ' l'opera del'artista di nome Joan J. Tharrats .

Anche qui c'è una scultura da ammirare : Omaggio a Barcellona, da Josep Maria Subirats .

C'è pure una fontana , progettata da Carles Buigas , autore della famosa Fontana Magica di Montjuïc .

Giardini del Montjuïc


Giardinidi Costa Llobera

Si trovano situati appena sotto il Belvedere di Miramar .

Questo speciale giardino è il contenente di molte spezie diverse di cactus , è infatti considerato il più importante giardini di cactus d'Europa.

Ci sono specie di piante provenienti da luoghi diversi come Messico , Kenya ed Etiopia .

Chiamato così dopo la morte uno dei poeti catalani più importanti , Costa LLobera, si trova qui un monumento a El Pi de Formentor , al famoso poema scritto da lui..

Giardini di Jacint Verdaguer 

Lungo la strada del Castell de Montjuïc ( Castello ) troverete un sentiero che conduce ad altri bellissimi giardini .

Questi ultimi sono dedicati allo scrittore catalano Mossen Cinto Verdaguer , uno scrittore molto importante nel XIX secolo.

Prima di lasciare i giardini , vedrete la Plaça Dante , con alcune sculture, una delle più belle è quella chiamata La Bellezza , scolpita dall'artista Llimona .

-------------------------------------------------- ----------------------

Come arrivare al Giardino Botanico


Orario: 
Novembre, dicembre e gennaio : Lunedi alla Domenica , dalle 10 alle 17 h
Febbraio, marzo e ottobre : Lunedi alla Domenica , dalle 10 alle 18 h
Aprile , maggio e settembre : Lunedi alla Domenica , da 10 a 19 h
Giugno, luglio e agosto : Lunedi alla Domenica , da 10 a 20 h
Chiusura: 1 gennaio e 25 dicembre

Biglietto d'ingresso :
Ingresso unico : 3,50 €
Ingresso gratuito : sotto i 16 anni , studenti, insegnanti e pensionati .

Come arrivare :
Metro: L1 e L3 , fermata Plaça d'Espanya
Autobus : 50 , 55 , bus Parc de Montjuïc .

-------------------------------------------------- ---------------------

Come arrivare ai Belvedere


Barcellona Bus Turistico : Percorso Blu
Si può prendere a Plaça de Catalunya e Plaça de Espanya .
Stop: Mirador i Jardins Costa LLOBERA .

Altro trasporto:
Montjuïc Funicolare : dalla fermata della metropolitana Liceu ( L2 e L3 della metropolitana ) .
Aeri de Barcelona Montjuïc , che comunica con il porto di Barcellona .
Stop: Mirador del Miramar ( Muntanya de Montjuïc ) .
Il Castello di Montjuïc si trova nella parte più alta della montagna di Montjuïc.

E 'stata sempre una posizione strategica ideale per uso militare . In origine era una torre di sorveglianza, fino a quando fu ricostruito da Juan Martin Cermeño nel 1751 .

Il re Filippo V ordinò il restauro dopo la Guerra di Successione,  nei primi anni del Settecento, in cui Barcellona si arrese al re dopo più di un anno di resistenza.

E 'stato ricostruito per avere un migliore controllo della città da due ponti strategici: il centro città con La Ciudadela ( Cittadella ), attualmente trasformata in un parco pubblico ; e dalla cima proprio lì, dal Castello di Montjuïc .

Da lì il re poteva bombardare la città ribelle...nel cortile centrale del castello si conservano ancora i cannoni da quel tempo .

All'inizio dell'Ottocento, dopo l' invasione francese , il castello fu occupato dalle truppe napoleoniche . Dal 1810 è stato usato come una prigione militare , e aveva esattamente lo stesso uso durante la Guerra Civile Spagnola .

Durante il periodo della dittatura di Franco divenne una prigione per i prigionieri politici , dove sono stati successivamente uccisi e sepolti nel cimitero comune nelle vicinanze. Qui è stato ucciso Lluís Companys , presidente del governo repubblicano nel 1940 , tra altri politici e membri della nostra cultura .

Il cortile interno è specialmente notevole nel castello . Attualmente ospita il Museo Militare , contenente cannoni e armature , così come i ritratti dei più importanti conti catalani e re della storia medievale .

-------------------------------------------------- ---------------------------

Come arrivare al Castell de Montjuïc


Autobus : 193 - Fermata Castello di Montjuïc 
Altro trasporto:
Barcellona Bus Turistico : Route meridionale
Si può prendere in Plaça de Catalunya e Plaça de Espanya .