Eixample lato sinistro

Questo tour permette di scoprire le case più spettacolari della borghesia catalana, che volevano costruire le loro residenze di lusso nel nuovo stile artistico sviluppato alla fine del 1800, cosìdetto Modernismo.

Questi nuovi ricchi hanno voluto le loro case nella nuova area in costruzione in quel momento, Il Quartiere del Eixample di Barcellona. Quindi questo era il vero luogo di nascita della modernità, e ben presto divenne il simbolo del lusso e della ricchezza della città.

Eixample Ovest Tour


Il percorso copre le più importanti strade del Quadrat d'Or, situato nel quartiere Eixample (I Blocchi d'Oro).

Quest'area ha il centro proprio nella Stada del Passeig de Gràcia di Barcellona. E 'delimitata dalla Strada Aribau a sinistra, e Il Passeig de Sant Joan a destra;  la Avinguda Diagonal sulla parte superiore;  e Ronda Universitat e Ronda Sant Pere nella parte inferiore.

Il nostro itinerario comincia sulla Avinguda Diagonal e finisce  nella Plaça de Catalunya, è un percorso che inizi in sù e va sempre in giù, quindi è bello e si finisce meno stanco così, perché è fino in fondo comodo e tutto di scesa. 

Casa de Les Punxes


Questa bella casa sarà la nostra prima fermata . Per vederla , doveye arrivare fino al numero 420 della Avinguda Diagonal , tra le Strade Roger Llúria e Bruc.

E 'popolarmente conosciuta come la Casa de les Punxes o La Casa Appuntita, a causa delle torri a forma di guglie e punte che incoronano la struttura. 

Anche se il suo nome originale è La Casa Terrades, nome della famiglia proprietaria dell'edificio originale . Si tratta di un lavoro di Josep Puig i Cadalfach , ed è stato costruito tra il 1903 e il 1905 .

E ' stato concepito come un grande edificio di mattoni rossi , che sembra un castello medievale con le sue torri di guardia . Ha belle pannelli decorativi in ​​ceramica al piano superiore , e decorazioni floreali sui capitelli e archi su tutte le pareti .

E ' di proprietà privata , quindi l'interno non è visitabile , ma merita verramente una visita esterna. Circondarla e troverete così infinite dettagli interessanti .

Casa Comalat

Continuate sulla Avinguda Diagonal con l'angolo di Còrsega,  al numero 316 troverete la Casa Comalat . Anche se l'edificio è stato progettato da Salvador Valeri , questa casa mostra una grande influenza del maestro  Antoni Gaudí .

La sua parte inferiore è molto simile alla Casa Batlló , progettata dall'architetto Gaudí,  visibile in seguito se si continua seguendo questo itinerario. La sua facciata è riccamente decorata con ornamenti e rilievi o forme vegetali in mosaici . Le finestre dei piani superiori assomigliano soldati medievali o armature tale come a quelle gaudiniane.

Palau del Baró de Quadres

Proseguire ora sempre verso l' Avinguda Diagonal a sinistra, fino l'angolo con la Starada de Provença,  un paio di metri in più per vedere lo straordinario Palazzo del Baró de Quadras.

Palau Baró de Quadras è stato costruito da Josep Puig i Cadalfach . Davanti alla facciata verificherete da voi stessi che ci sono forte influenze gotiche , visibili nella struttura della casa e le forme generali delle finestre .

Potrai andare indietro nel tempo ed entrare nel cortile, per vedere anche la scala che conduce al piano nobile , con tanti motivi che assomigliano sempre le forme, decorazioni e ornamenti fatti nel Medioevo.

Questo edificio ospita attualmente La Casa Asia, un centro dedicato alla cultura asiatica, facendo numerose mostre temporanee . È possibile visitare l'interno , che è aperto tutti i giorni eppure la Domenica fino a mezzogiorno .

Adesso continua sempre dirito verso la Diagonal, fino a l'angolo con Passeig de Gràcia.

È arrivato finalmente il momento di esplorare in profondità il Passeig de Gràcia , un vero e proprio museo a cielo aperto di palazzi Arte Floreale. Proseguire lungo la strada verso Plaça de Catalunya , sempre in giù, per visitare alcuni degli edifici più emblematici di Barcellona .

La Pedrera-Casa Milà

Il primo palazzo che vogliamo consigliarvi è La Pedrera , situato sul lato destro in Passeig de Gràcia , all'angolo con la Strada de Provença.

La Casa Milà è popolarmente conosciuta come La Pedrera a causa del suo aspetto , una massa imponente di pietra e la sua facciata ondulata . Questo soprannome significa infatti Il Cantiere di Pietra , e sembra davvero un cantiere.

Il progetto è stato interamente commissionato da Pere Milà , un ricco industriale , ed è uno dei capolavori di architetto catalano Antoni Gaudí .

Oltre alla sua facciata , spettacolare in termini di dimensioni e forma , è notevole il tetto e la parte superiore delle scale . Troverete incredibili camini a forma di guerreri e soldati, sono vere e proprie sculture in se stessi .

L'interno è ugualmente impressionante , ondulato e contorto come il suo esterno , la sua decorazione colorata e i dettagli ornamentali sono spettacolari. 

Per informazioni più dettagliate su questa opera d'arte visita la nostra sezione dedicata a La Pedrera .

Casa Marfà

Sempre a piedi lungo Passeig de Gràcia , continuare fino a raggiungere il numero 66 , all'angolo di Strada  Valencia, dove rimane ancora in piedi la Casa della Vedova Marfà .

Si tratta di un edificio del 1905 , disegnata da Manuel Comas e Thos . Con un enorme galleria basata su diversi archi, che si riconducono e ispirano allo stile romanico medievale, sia al piano terra sia sulla parte superiore dell'edificio .

Il cortile al piano terra è stato utilizzato per carri di cavalli e carrozze, è uno dei più belli in tutte il case della zona . L' intera facciata ha un aspetto elegante e sereno .
 
Il Blocco della Discordia : Case Amatller , Batlló e Lleo- Morera 

Continuate lungo la strada, e trovarete il blocco conosciuto popolarmente como L' Issolate della Discordia sul lato opposto del viale ( lato destro) .

iIl Blocco è occupato da tante case, ma tre sono veramente molto notevoli, situate tra le vie Consell de Cent e Aragó.  È infatti conosciuto con questo nome a causa della rivalità tra le tre famiglie che vivevano qui , che volevano avere la casa più bella di tutte.

Tutti i palazzi sono stati costruiti da grandi architetti del modernismo catalano ( Arte Floreale o Stile Liberty ) . Questi edifici sono: la Casa Batllo da Antoni Gaudi , Casa Amatller costruita da Josep Puig i Cadafalch; e La Casa Lleó Morera , nel prossimo angol , progettata da Lluís Domènech i Montaner .

Casa Amatller

L'edificio appartenenti agli Amatller è il più antico dei tre, risalente al 1875 , è stato commissionato dal cioccolatero industriale Signor Amatller.

Si tratta di una delle opere più originali del modernismo catalano , la sua facciata che ricorda quelle scaglionate delle strutture olandesi e tedesche. è unica in tutta la città .

Guardate le sculture e decorazioni di tutta la facciata e scoprirete un intero Universo . Il principale elemento decorativo è tra le porte , dedicato alla leggenda di Sant Jordi i el Drac ( San Giorgio e il drago ), opera dello scultore Eusebi Arnau .

Questo è solo uno delle migliaia di dettagli decorativi che troverete sulla sua facciata : ceramiche, sgrafiatti , ferro battuto sui balconi , piante e motivi floreali in rilievo , decorazioni vetrate ... arte decorativi maestosamente applicate.

Dall'esterno è visibile la hall e colorate lampade in vetro, così come decorazioni sulle porta principale . Per saperne di più visita la nostra sezione :Casa Amatller.

Casa Batlló

Accanto ad essa si vedrà Casa Batlló , proprio sull'angolo . Questa sorprendente casa colorata è stata costruita dal geniale architetto Antoni Gaudi .

E 'assolutamente spettacolare , sia per le sue forme ondulate e le sue tonalità , sia a causa delle forme decorative , i fantasiosi e unici dettagli che decorano i muri.

Ci sono infinite allusioni al mare e decorazioni naturali ; balconi che assomigliano maschere del Carnevale, e ldele colonne che simulano le ossa . Incoronando tutto , un enorme corpo di un drago in ceramica, con molti colori in cima all'edificio .

Se desiderate avere maggiori informazioni su questo edificio , visitate la nostra sezione dedicata alla Casa Batlló .

Casa Lleó - Morera 

Infine , accanto al prossimo angolo situato nella confluenza con la strada Consell de Cent , si vede la terza casa in discordia : Casa Lleó Morera .

E 'stata , infatti, non una nuova costruzione , ma una profonda ristrutturazione di un edificio esistente , condotta da Domènech i Montaner tra il 1902 e il 1906 .

La Lleó Morera  non si può visitare dentro, perché ha ancora dei proprietari privati ​​, ma l'esterno è un'opera d'arte impressionante di reinterpretazioni degli stili gotico e rinascimentale .

La facciata della Casa  Lleó Morera è riccamente decorata con motivi floreali , molto tipicamente utilizzati da questo architetto , così come balconi in ferro battuto con increspature impossibili . Un piccolo tempio incorona l'angolo e l'edificio in alto. 

Per leggere ulteriori informazioni riguardo a questa casa e l'architetto che la costruì andate alla nostra sezione dedicata alla casa : Casa Lleo - Morera .

Case Rocamora

Lasciate adesso il Blocco della Discordia, e continuare sempre giù per vedere le Case Rocamora, che si trova sul lato sinistro a pochi isolati di distanza , tra il numero 8 e 10 della stessa via.

Queste sono una serie di case progettate da Joaquim Bonaventura Bassegoda nel 1914 . Hanno una forte influenza dell'arte gotica , anche se ci sono dettagli modernisti come finestre o balconi con ferriere semicircolari che parlano di questa moderna reinterpretazione di stili medievali.

Coronando le case ci sono diversi pinnacoli sottili, ricoperti con piastrelle di ceramica arancione, a contrasto con il colore bianco delle facciate .

Casa Pascual Pons

Adesso stai proprio raggiungendo la fine del tour , gli ultimi passi verso il Passeig de Gràcia, così vicino già a Plaça de Catalunya,  visibile alla fine della strada sul lato destro.

Quasi di fronte alla piazza ,  pochi metri prima , vedrete la Casa Pascual Pons sul lato sinistro . Sta occupando i numeri 2 e 4 della strada. 

L'architetto incaricato della casa incredibile è stato il conosciuto Enric Sagnier . Si tratta di un grande edificio in pietra con il cristallo ispirato a l'arte gotica e dei pinnacoli ed elementi tipici dai castelli.  Vedrete anche questa ispirazione nei trafori delle finestre superiori e gli archi trilobitati .

Particolarmente degni di nota sono le torri che coronano l'edificio , proiettate come una fortezza medievale o di un simile tipo di edificio monumentale , ispirate all'architettura dei grandi palazzi medievali .