Quartiere Gotico

Il Quartiere Gotico è la parte più antica della città e il suo centro storico.

Questa è stata l'intera città romana quando è stata fondata, nel I Secolo A.C ., quindi proprio per questo motivo qui troverete i resti romani come le colonne del  Tempio d'Augusto e le mura romane.

Nel centro di Barcellona può essere vista anche la città medievale, costruita sopra di quella romana parecchi secoli dopo. La struttura del quartiere è rimasta sostanzialmente intatta fino al tardo Ottocento, quando le vecchie mura medievali furono demolite. 

Ci sono diversi percorsi possibili attraverso il Quartiere Gotico. Your Guide Barcelona vi offre un itinerario storico e artistico molto completo per voi, se seguite le nostre indicazioni vedrete tutti i monumenti, piazzine e strade da non perdere. 

Addirittura, se seguite questo itinerario non camminarete tanto, dal momento che le distanze tra i punti di interesse sono molto corte.

Se volete visitare i monumenti dovete contare che il percorso si allunga di più, ci vogliono allora un po' più di 2 ore per farlo completo. 

Avete delle informazioni pù detagliate nelle sezioni di ogni monumento, potete accedere a loro clickando verso i link suggeriti.

Passeggiata per il Quartiere Gotico


Plaça Catalunya e Ramblas

Vi consigliamo di iniziare questo tour a piedi per il centro prendendo prima il viale più famoso di Barcellona: Las Ramblas, vicino a Plaça de Catalunya e sempre scendendo dalla piazza. 

La strada è lunga 1,5 km, e merita certamente un tour per se stessa, quindi si raccomanda percorrere La Rambla senza fretta...scoprendo piano piano i bei palazzi, bancarelle e artisti di strada. Puoi conoscere tutti i detagli da non perdere nella sezione dedicata: Las Ramblas.

Questa famosa strada era un antico canale d'acqua che portava del fiume, l'acqua era così incanalata verso il mare. Infatti il suo nome significa proprio canale d'acqua, viene dalla parola Araba Ram-la. 

Inoltre era il limite della città medievale, così le Mura della città erano qui fin dal Trecento. Un secolo dopo, la città si espanse, con la costruzione di un nuovo muro al di là della Rambla.

Era ancora una zona di mercati popolari e fiere. Il suo sviluppo è venuto con la demolizione della Muraglia medievale nel tardo Ottocento, momento in cui anticchi cimiteri e conventi diventarono mercati come La Boqueria

Portaferrissa: Antica porta dalla muraglia

Discendendo da Plaza Catalunya e sempre scendendo verso Las Ramblas, prendete la via Portaferrissa sul lato sinistro.

Essa vi porterà dritti alla Piazza dell Cattedrale di Santa Eulalia, la chiesa più importante della città di Barcellona. La piazza fu il centro della vita religiosa, oggi ci sono ancora tante cose da vedere.

Qui troverai un'antica fontana e una bella decorazione in Ceramica dove si vede una rappresentazione della prima Muraglia medievale di Barcellona, che attraversava proprio La Rambla nel tardo Ducento e inizio del Trecento. 

Plaça Nova e Catedral de Snata Eulàlia

La piazza fu il centro della vita religiosa e delle celebrazioni popolari nel Medievo, e ancora attualmente ci sono tante ativittà che si fanno davanti alla Sede.

Hai tutte le informazioni su questo monumento nella nostra sezione : Cattedrale di Barcellona.

È una chiesa sorprendente,  iniziata in stile d'arte gotica, costruita nel Trecento e dedicata alla patrona di Barcellona Santa Eulalia .

Sempre nella piazza, guardando la facciatta della chiesa, e accanto alla strada a sinistra ci sono belle vestigia romane. Vedrai la parola Barcino scritta in bronzo, il nome dell'antica Colonia romana fondata nel Iº Secolo A.C. 

Anche in quest'angolo si vede una riproduzzione del'arco del'Acquedotto di Barcellona e due Torri di Sorveglianza del'antica Muraglia romana e quella medievale, costruita letteralmente sopra le pietre romane. 
 
Adesso è il momento di prendere Strada detta del Bisbe (Stada del Bescovo)porta al centro politico della città. Prima di andare lì prendiamo la prima strada a destra: Montjuïc del Bisbe fino in fondo per vedere la bella piazza nascosta lì.

Plaça de Sant Felip Neri

Probabilmente sia la piazza più bella e suggestiva del centro della città. Ha il nome della Chiesa Barocca che si trova in forndo alla piazza, dedicata al santo jesuita San Felippo Neri. 

Bella chiesa che mostra ancora le terribili mostre dalla Guerra Civile Spagnola nella parte bassa dei muri, dove si vedono le tracce del bombardamento accaduto nel 1938, in cui morirono  quaranta due persone, atra le quale tanti bambini. 

Apparte la chiesa, si possono vedere sulla piazza: l'attuale Scuola a sinistra del tempio: Casa della Corporazione dei Calderai costruita nel XVI Secolo, e il Museu del Calçat ancora più a sinistra, passato il bel arco.

Questo ultimo palazzo era stato La Casa dei Calzolai, risalente al Quattrocento. Entrambe case furonno mosse pietra a pietra per preservarle qui, poco dopo la costruzzione di una nuova zona della città, nel tardo Ottocento. 

Plaça de Sant Jaume

Ecco lì quà il centro amministrativo e politico di Barcellona. Per arrivare fin là dalla Piazza Sant Felip Neri prende la strada a sinistra chiamata Sant Sever tutto sù, fino a trovarti di nuovo verso la Strada del Bisbe. 

Questo è stato il primo Forum in Epoca Romana, quando Barcellona fu fondata nel I secolo aC sotto l'Imperatore Augusto. Qui troverai il Palazzo di Governo e il Palazzo del Comune di Barcellona. Per ulteriori informazioni visita la sezione dedicata: Plaça de Sant Jaume

Da lì si può prendere la stretta strada Paradis. Si trova a sinistra, con la schiena verso la Strada del Bisbe da dove venivi.

Temple d'August


Prendendo questa strada del Paradís si va proprio in Paradiso.  

Addentrati per vedere un bel Palazzo privato, attualmente un blocco di apartamenti dove la porta è apperta ai visitarori fino alle 6 ore di pomeriggio. Forma parte dai monumentio dicchiarati Patrimonio Culturale della città.

Dentro del cortile più nascosto e basso, quindi al livello sottoterra scoprirai le affascinanti colonne romane del Tempio di Augusto che rimangono in piedi dal iº Secolo A.C.

Una volta lì puoi fare una bella pausa e sederti nel pancone davanti alle colonne per prendere forze di nuovo e continuare il percorso a piede. 

Plaça del  Rei


Seguendo questa stessa strada adesso nella direzzione opposta , continua per la parte di dietro la Cattedrale, sempre giù e a destra, in modo da raggiungere la bella Plaça del Rei , cioè la Piazza dil Re. 

In questa bellissima piazza  vedrete il suggestivo Palazzo Reale, residenza dai Conti e Re del Regno dell'Aragona. Accanto al palazzo, a destra dalla facciata del palazo vedrai la meravigliosa Cappella Reale, costruita nel Trecento dal Re Jaume IIº (GiaccomoSecondo).

Dal'altra parte invece, cioè a sinistra dal Palazzo del Re, si alza imponente  il Palazzo del Vicerè, costruito due secoli dopo per il rappresentante del Re del Regno di Castiglia (attuale Spagna). 

Plaça Ramón Berenguer III

Da lì potete fare il giro completo alla piazza, e vedrete così alla fine della Strada de la Libreteria dove finiva la città romana di Barcino. Guardando giù su entrambi lati dalla strada vedrete le vestigia delle mura romane. 

Ancora più visibile questa muraglia se andate a sinistra, per vedere il dietro alla piazza, dedicato in questo caso al Conte di Barcellona Ramón Berenguer III che appare a cavallo, in una bella statua equestre accanto alla Strada Via Laietana.

Mercato di Santa Caterina

Se fate adesso il giro all'inversa da dove venivi sarei di nuovo nella Plaça Nova, cioè la Piazza della Cattedrale.

Sappiamo di sicuro che, dopo questo tour a piedi si può sentire un po 'di fame... Per quello, e in modo da completare così meglio il vostro tour, vi consiglio di andare al Mercato di Santa Catarina, attraversando il grande viale Via Laietana e di fronte alla Piazza del Duomo.

Questo era un convento di suore dedicato a Santa Catalrna, è stato trasformato in un mercato pubblico e popolare alla fine del XIX secolo. Visibile nel piano interrato ci sono alcuni resti medievali sorprendenti della Chiesa originale, che faceva parte della costruzione del convento. 

Nel soffitto invece ci sono moderne e bellissime decorazzioni ceramicche, visibili da lontano, che emmulano quelle uttilizzate da Antoni Gaudí in tanti dei loro palazzi e monumenti, specialmente al Parco Güell. La decorazzione e il restauro del Mercato fu realizzato da Benedetta Tagliabue e Enric Miralles. 

Ci si può godere l'ambiente del mercato, ma è anche possibile assaggiare Tapas buonissime, in base ai migliori prodotti frescchi in vendita nel mercato. Questa è la fine del tour a piedi ... Un po' di vino spagnolo vi darà di nuovo l'energia per andare avanti e godere ancora in più della città.

Se avete voglia di essere accompagnati da un esperto e condoti da una guida locale attraverso il Barrio Gotico di Barcellona...Lasciatevi guidare da noi.
Visita la nostra sezione di Visite guidate.